BLUE LINE
Alain Sauma
 


Paese/Country: Libano

Regia/Direction: Alain Sauma

Interpreti/Cast: Shiraz Haq, Johndeep Moore, Stephen Henry, Raphaël Kritz, Arthur Kazal, Sébastien Houbani

Sceneggiatura/Script: Lynn Maalouf

Fotografia/Photography: Dominique Fausset

Montaggio/Editing: Luticia Philipps

Suono/Sound: Benjamin Le Loch

Musiche/Music: Renauld Barbier

Anno produzione/Year of production: 2011

Genere/Genre and type: fiction

Durata/Running time: 20min

Sinossi/synopsis
Mentre si disseta in uno stagno situato sulla “Linea Blu”, una mucca libanese si avventura troppo in là e rimane bloccata nel lato israeliano. Dalla sua postazione di controllo, un giovane soldato indiano in missione di pace farà tutto il possibile per salvare la mucca, ai suoi occhi sacra... / While quenching its thirst in a pond situated on the "Blue Line", a Lebanese cow ventures too far out and gets stuck on the Israeli side. From his observation post, a young Indian UN soldier will do everything in his power to save this cow, which in his eyes is sacred...
 

Festival/Festivals
Cleveland International Film Festival 2012.

Interfilm Berlino 2011.

Premi principali/Awards
2012, Golden Horse - Mediterranean Festival in Larissa (Grecia).

2011, Audience Award - Les nuits méditerrané-ennes de Corte (Francia).





Produttore/Producer
L’harmoniste

Contatti/Contact
julie.leger@lharmoniste.com
 


 

Biografia/Biography
Alain Sauma vive e lavora a Beirut. Come regista freelance, in più di 10 anni, ha realizzato oltre 300 spot pubblicitari in tutto il Medio Oriente, incluso campagne di sensibilizza-zione. Blue Line è il suo primo lavoro di fiction.  / Based in Beirut, Alain Sauma’s career as a freelance director spans over 10 years, during which time, he shot over 300 commercials across the Middle East, including awareness campaigns. “Blue Line” is his first fiction movie.

 

Filmografia/Filmography
Blue Line (2011)
 

 

 

 
 

 

Tutto il materiale di questo sito è © copyright 2011 del Circolo del Cinema "Immagini" di Sant'Antioco
È vietata la riproduzione anche parziale