Recensioni

Z.O. – Loris G. Nese, Italia

Z.O. – Loris G. Nese, Italia

Z.O.
Loris G. Nese | Italia| 2023 | Animazione| 14’

Tra infanzia e criminalità.

Bambolina, Biscotto e Banana passano le giornate nel circolo dei tifosi. La scoperta di una scatola piena di petardi crea l’occasione per organizzare una bravata, dietro cui in realtà si nasconde un ordine partito dalla criminalità organizzata.

Il film si apre con delle immagini d’archivio che presentano la città portuale di Salerno in cui è inserito anche una voice over che fornisce ulteriori nozioni sul paese. Successivamente il regista sperimenta sulla forma e adotta lo stile d’animazione del rotoscopio per raccontare una storia incentrata sulla criminalità organizzata. Fornendoci uno sguardo personale su una vicenda mafiosa che vede i destini dei tre protagonisti intrecciati, già segnati dalla nascita, accomunati da un luogo di nascita in cui comanda la camorra e da una discendenza familiare altrettanto malavitosa.

L’originalità della storia sta nel narrare inizialmente un episodio adolescenziale dei tre ragazzi in cui regna spensieratezza e divertimento dati da un gioco di calcio alla PlayStation, per poi analizzare aspetti più problematici e crudi che danno al cortometraggio un tono più cupo e teso, fino a quando si comprende che, dopotutto, sono diventati adulti portando con sé un passato da cui non si può sfuggire.

Nicola Orrù

Comments are closed